Ci sono due categorie fondamentali degli incidenti stradali avvenuti all’estero, molto semplicemente:

  • Incidenti avvenuti nella comunità europea o in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde;
  • Incidenti avvenuti in Stati non membri della comunità europea o che non facciano parte del Sistema Carta Verde;

La direttiva comunitaria prevede che in caso di incidente stradale avvenuto all’estero e nei paesi che hanno aderito al decreto 2000/26/CE; le compagnie assicurative di RCA hanno l’obbligo di nominare un mandatario ovvero un rappresentante in ogni stato dello spazio economico europeo in cui non hanno la propria sede legale.
Facciamo un esempio: se purtroppo siete coinvolti in un incidente stradale in Spagna con un veicolo assicurato in una Compagnia di Assicurazioni Spagnola, una volta inoltrata una corretta richiesta di risarcimento del danno, verrete contattati da un Ufficio nel territorio Italiano che gestirà la pratica, evitando cosi inutili burocrazie.

Nella seconda ipotesi, quindi in caso di incidente stradale avvenuto all’estero con veicolo estero in un paese non membro della comunità europea o che non abbia aderito al Sistema Carta Verde, la procedura è un po’ più complessa. Bisogna scrivere direttamente al responsabile civile il quale entro 90 giorni ha obbligo di rispondere o con una corretta istruzione della pratica o con il motivo per il quale la vostra richiesta non è stata accolta.
In entrambi i casi le istituzioni che possono aiutarti sono Ivass, Consap, Council of Bureaux, Uci ed Ufficio Centrale Italiano che si trova a Milano.

 

Inoltre ricordatevi che:

  • La legge che si applica è sempre quella dello Stato in cui ci si trova;
  • Non abbiate paura perché la polizza assicurativa che avete stipulato in Italia è valida in tutti i paesi della Comunità Europea, negli altri casi è indispensabile stipulare una polizza assicurativa locale.
  • Vi consigliamo come sempre di fare intervenire le autorità in caso contrario rimane indispensabile avere il numero della targa e meglio ancora compilare il modulo blu, ovvero costatazione amichevole (che è valida in tutti i territori europei) ovviamente verificando che i campi corrispondano.
  • Ricordatevi di essere scrupolosi nella raccolta dei dati fondamentali come targa, modello veicolo, foto danni del luogo , testimoni.

Se siete rimasti Vittime di un Incidente Stradale avvenuto all’estero vi consigliamo di contattarci quanto prima per evitare di essere vittime una seconda volta.
Aivos, L’Associazione Italiana Vittime Omicidio Stradale e Sinistri Gravi ha seguito molti casi ed ha creato un vero e proprio metodo operativo per chi è rimasto vittima di un incidente stradale avvenuto all’estero.
Per qualsiasi informazione vi consigliamo di chiamare il nostro Numero Verde 800178779 o di compilare il form qui di seguito.

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

Città

Provincia

Oggetto

Il tuo messaggio